IL PROGETTO

VIVERE UNA NUOVA BETLEMME

Il Signore ha mostrato più volte a Michelino attraverso la Madonna, quello che desidera che si realizzi sul Monte S. Onofrio: una chiesa umile e semplice, che sembra dall’esterno essere una stalla, poiché Gesù è nato in una  mangiatoia. Dio Padre Onnipotente desidera la realizzazione di questa chiesa affinché ogni figlio, ripercorrendo le stazioni della via Crucis e raccogliendosi in preghiera nella chiesa in cima al monte, si possa soffermare a meditare sulla sofferenza patita dal suo Figlio Unigenito Gesù Cristo in tutta la sua vita sulla terra, dalla nascita sino alla morte in Croce, per la salvezza dell’intera umanità.

La prima volta che la Madonna ha mostrato a Michelino la chiesa, che desidera che si realizzi sul Monte S. Onofrio, è stato il 4 gennaio 2012.

Qui di seguito una semplice rappresentazione di quanto la Beata Vergine Maria e il Signore

desiderano che si realizzi sul Monte S. Onofrio.

 

IL PROGETTO PER I SOFFERENTI E PER CHI NON CREDE

LA PRIMA CROCE DELLA VIA CRUCIS                 

La prima Croce della Via Crucis rapresenta l’inizio del Calvario di Gesù. Proprio davanti a questa Croce la Madonna invita tutti coloro che non credono, che hanno il cuore abitato dal dubbio, dall’incredulità a sostare davanti a questa Croce, a mettersi in ascolto del proprio cuore e lasciare ai piedi di questa Croce ogni dubbio con la promessa a Gesù di accostarsi al sacramento della Confessione per poi salire sul monte in preghiera.

“Cari figli, (…) volevo invitare tutti i nostri figli che sono lontano da noi ad iniziare a riflettere su questa prima Croce, perché questa prima Croce è stata l’inizio del vero Calvario di mio Figlio. Per questo invito tutti coloro che sono lontani e non credono in noi di prostrarsi davanti a questa Croce e di riflettere sui loro dubbi, le loro sofferenze, la loro incredulità ed i loro pensieri verso di noi, lasciando le intenzioni e di riflettere su tutto ciò che il proprio cuore gli dirà,  promettendo a mio Figlio di svuotarsi dal proprio cuore e di raggiungere la cima del monte con il cuore puro. Grazie figlioli. Un abbraccio, che faccio in modo particolare a tutti i sofferenti del corpo che portano la propria croce e la portano con amore.” (Messaggio della Beata Vegine Maria del 07/07/2014)

LA GROTTA E IL CROCIFISSO PER I SOFFERENTI E PER CHI E' LONTANO DA DIO

 L’8 ottobre 2014 il Signore, attraverso la Beata Vergine Maria, ha mostrato a Michelino quanto di seguito descritto:

Durante la recita del S. Rosario, Michelino ha avuto la visione interiore della Beata Vergine Maria, vestita con il manto rosso, la veste bianca e la corona del S. Rosario bianca nella mano destra. La Vergine Maria ha mostrato a Michelino il monte S. Onofrio; più precisamente, all’altezza della prima Croce, nel punto dove inizia il bosco, la Madonna ha fatto vedere a Michelino una grotta molto illuminata con la statua della Vergine Maria così come appare sul Monte S. Onofrio. Sopra la grotta vi era un grande Crocifisso e davanti alla grotta una piazzetta con la ghiaia. Nella visione, nella piazzetta davanti alla grotta, c’erano tante persone anziane e malati in carrozzina. La Madonna ha fatto un gesto con le mani facendo capire a Michelino che sarà lei a dirgli il punto esatto dove dovrà essere posizionata la grotta con il Crocifisso. Subito dopo la Madonna ha mostrato a Michelino un numeroso gruppo di fedeli che salivano in preghiera sul monte. 

Qui di seguito una semplice rappresentazione di quanto la Beata Vergine Maria e il Signore

desiderano che si realizzi ai piedi del Monte S.Onofrio.

 

IL PROGETTO PER I SOFFERENTI E PER CHI NON CREDE

Il 2 novembre 2014 la Beata Vergine Maria ha indicato a Michelino il punto in cui desidera che si realizzi quanto mostrato l’8 ottobre 2014, spiegando il significato di quanto chiesto. Il punto indicato è tra la prima e la seconda stazione della Via Crucis sul monte S. Onofrio.

“Figlio mio, mio Figlio ti ha voluto mostrare questo luogo, questa piccola grotta, una grotta da me tanto desiderata; e mio Figlio esaudisce questo mio desiderio per essere qui in questo momento ad indicarti il punto dove sorgerà questa piccola grotta. Un desiderio per tutti i sofferenti del corpo e dell’anima, per tutti i nostri figli che non possono raggiungere la Santa Croce. Un simbolo che invito a raggiungere a tutti i nostri figli che non credono i noi. Mio Figlio mi ha già mandato ai piedi di questo monte indicandovi quella croce, donandovi alcune parole e invitando tutti i nostri figli che sono lontano da noi e che non hanno desiderio di raggiungere il monte, non hanno il desiderio di recarsi nelle case di mio Figlio. Ecco, questo mio desiderio è per tutti i nostri figli lontani, sofferenti nel corpo, nell’anima; li invito a raggiungermi davanti a questa grotta che sorgerà in questo punto: un punto scelto da me col consenso di mio Figlio. Un giorno che tutto questo avverrà, sarà questo il punto di riferimento per tutti i figli che adesso ho citato e l’invito che gli faccio è di non mancare a raggiungermi e di donare questo piccolo sacrificio; poi sarà mio Figlio a decidere cosa donargli. (…)Su questa grotta, come ti ho già mostrato, ci verrà posizionato un grande Crocifisso: non dimenticate figlioli che la Croce, il Crocifisso è sempre al centro di tutto.” (Estratto messaggio della Madonna del 02/11/2014).

In attesa che quanto richiesto dal Signore si possa realizzare, nel punto indicato dalla Beata Vergine Maria il giorno 2 novembre 2014 è stata posta una semplice Croce di Legno come richiesto dalla Madonna.